Blog: http://mondella.ilcannocchiale.it

Le preghiere di Cuffaro esuadite

Falcone e Borsellino così muoiono per la seconda volta.
La giustizia intrappolata dalla scena politica che ogni giorno mette sul palcoscenico la farsa della nostra classe dirigente che cura minuziosamente ogni battuta, ogni atto, ogni comparsa. Non è un film, dove ci possono essere più ciak ma è teatro improvvisato, attori che sono fuori classe: negare negare fino all'evidenza; per tutto il resto ci pensano gli organi di stampa, gli alleati, gli ignoranti.
Il politico Cuffaro dovrà pur fare i conti con l'uomo Cuffaro: mi chiedo, quand' è davanti a sè stesso, circondato da tutti quei bei quadri della madonna e di gesù, con accanto la sua famiglia, si chiede mai cosa cazzo sta facendo? Quante figure di merda sta raccogliendo(
http://it.youtube.com/watch?v=F5MZmJLMQ9Y)? Quant' è lontano dai padri costituzionali? Da don Luigi Sturzo ( che forse, essendo stato un parroco è una figura che riconosce meglio di Falcone o Borsellino..), da don Pino Puglisi..Mi chiedo, umanamente parlando, visto che politicamente non credo che riesca a farlo visto che non ha idea di cosa sia il bene pubblico, cosa pensa di sè stesso: condannato a cinque anni per favoreggiamento alla mafia. Ufficialmente e "scenograficamente" è sollevato, ma umanamente non dovrebbe farsi un pò schifo? glielo auguro. Gli auguro di farsi schifo fino al vomito, di non reggere più la sua visione di uomo, padre, marito, figlio. Glielo auguro per il bene dei suoi cari, perchè solo loro, tolti i suoi alleati (comparse "scenografiche" spinte da interessi personali e non già da affetto), possono perdonarlo. Io no. Io lo condanno.

Pubblicato il 19/1/2008 alle 10.58 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web